Scuola dell’Infanzia

La Scuola dell’Infanzia  rappresenta il primo gradino del sistema educativo e formativo del nostro Paese e concorre alla formazione integrale della personalità dei bambini come soggetti liberi e responsabili. Costituisce un contesto di apprendimento e di sviluppo che definisce ulteriormente l’identità dei bambini, ne favorisce l’autonomia, ne stimola intenzionalmente le competenze e favorisce l’acquisizione delle prime forme di educazione alla cittadinanza, a partire dalle esperienze di convivenza responsabile. Nella Scuola dell'Infanzia ogni bambino è protagonista della sua crescita, dei suoi apprendimenti, della sua evoluzione.

Plessi

L’edificio scolastico di Cannetiello è stato inaugurato il 7 gennaio 2005. Esso si trova in una zona periferica a sud della città, in frazione Madonna del Carmine.

Comprende:

  • Una cucina
  • Un ingresso
  • Una sala mensa
  • Un bagno per i bambini
  • Un bagno per gli adulti
  • Tre aule laboratorio
  • Un salone

Indirizzo: Via Cannetiello, 84043 Agropoli

Telefono: 0974.846602

Codice Meccanografico: SAAA8A4016

Numero sezioni: 4

Alunni: n°

Responsabile di Plesso: ins. Anna Cauceglia

Docenti:

1^sez. Cauceglia Maria- Carratù Antonietta
2^sez. Cauceglia Anna – Cauceglia Delfina
3^sez. Orlando Rosanna – Schiavo Rosa
4^sez. Di Vattimo Emilia – Marino Annamaria
Sostegno  2^sez. Santomauro Raffaella
Sostegno  3^sez. Manna Vincenza
Sostegno  2^sez. Guida Rossella
I.R.C. Palumbo Rosa

Orario: dalle 8:15 alle 16:15

Collaboratori scolastici: V. Barretta, E. Guazzo

Servizio mensa: SI

 

La scuola dell’infanzia è ubicata nello stesso edificio della scuola Primaria San Marco in Via Verga

Comprende:

  • Tre aule
  • Un’aula laboratorio
  • Una sala mensa
  • Una cucina
  • Un ripostiglio
  • Un bagno per i bambini
  • Un bagno per gli adulti

Indirizzo: Via Verga, 84043 Agropoli

Telefono: 0974.827368

Codice Meccanografico: SAAA8A406B

Numero sezioni: 3

Alunni: n°

Responsabile di Plesso: Ins. Diana Lettieri

Docenti:

1^sez. Lettieri Diana – Spagnolo Maria
2^sez. Gallo Anna – Masullo Elena
3^sez. Caruccio Loredana – Di Matteo Irene
I.R.C. Palumbo Rosa

Orario: dalle 8:15 alle 16:15

Collaboratori scolastici: P. Guida

Servizio mensa: SI

La scuola dell’infanzia situata in un edificio appositamente costruito è stato recentemente ristrutturato e adeguato alle norme vigenti.

Comprende:

  • Tre aule
  • Un’aula laboratorio
  • Una sala mensa
  • Una cucina
  • Un ripostiglio
  • Un bagno per i bambini
  • Un bagno per gli adulti

Indirizzo: Via Selvi, 84043 Agropoli

Telefono: 0974.274801

Codice Meccanografico: SAAA8A4038

Numero sezioni: 3

Alunni: n°

Responsabile di Plesso: Ins. Giuseppina Francione

Docenti:

1^sez. Ronzio Clotilde- Serra Eva
2^sez. Bartiromo Rita – Federico Anna Maria
3^sez. Francione Giuseppina - Attanasio Anna
I.R.C. Palumbo Rosa

Orario: dalle 8:15 alle 16:15

Collaboratori scolastici: P. Francione, A. Pasca

Servizio mensa: SI

La scuola dell’infanzia, adiacente alla scuola primaria, è stata inaugurata nell’anno scolastico 2007/2008

comprende:

  • Un ampio ingresso
  • Due aule laboratorio
  • Una sala mensa
  • Un bagno per bambini
  • Un bagno per il personale docente e ATA

Indirizzo: Via Mattine, 84043 Agropoli

Telefono: 0974.840024

Codice Meccanografico: SAAA8A4027

Numero sezioni: 3

Alunni: n°

Responsabile di Plesso: Ins. Sofia Errico

Docenti:

1^sez. Maucione Maria - Capo Daniela
2^sez. Grandino Valeria - Valentino Maria
3^sez. Costa Christina - Errico Sofia Anna
Sostegno  1^sez. Guida Rossella

Orario: dalle 8:15 alle 16:15

Collaboratori scolastici: F. Sodano

Servizio mensa: SI

 

La Scuola dell’Infanzia di Torchiara è sita in via G. Nazionale, nell'edificio della Scuola Secondaria di I grado.

Il plesso è così strutturato:

  • 2 aule
  • 1 salone;
  • 1 spazio esterno attrezzato
  • Servizi per gli alunni;
  • Servizi per i docenti e personale della scuola.

Indirizzo: Via Nazionale, 84076 Torchiara

Telefono: 0974.841464

Codice Meccanografico: SAAA8A4049 

Numero sezioni: 2

Alunni: n°

Responsabile di Plesso: Ins. Flavia Schifone

Docenti:

1^sez. Schifone Flavia – Spanò Rosanna
2^ sez. Apicella Amelia – Benaglio  Antonietta
I.R.C. Palumbo Rosa

Orario: dalle 8:00 alle 16:00

Collaboratori scolastici: A. Lembo, G. Framondino

Servizio mensa: SI

Area riservata

Didattica inclusiva

Docenti

TORCHIARA 1^sez. Schiavo Rosa- Valentino Maria
2^ sez. Benaglio Antonietta – Di Vattimo Emilia
I.R.C. Palumbo Rosa
CANNETIELLO 1^sez. Marino Annamaria – Mondelli Rosa
2^sez. Marino Annamaria – Mondelli Rosa
3^sez. Cauceglia Anna – Cauceglia Delfina
4^sez. Orlando Rosanna – Coppola Marilena
Sostegno  3^sez. Santomauro Raffaella
Sostegno  2^sez. Guida Rossella
I.R.C. Palumbo Rosa
MATTINE 1^sez. Costa Christina - Errico Sofia Anna
2^sez. Maucione Maria - Capo Daniela
I.R.C. Palumbo Rosa
VIA SELVI 1^sez. Francione Giuseppina - Attanasio Anna
2^sez. Ronzio Clotilde- Malandrino Anna Martina
3^sez. Bartiromo Rita – Federico Anna Maria
I.R.C. Palumbo Rosa
  1^sez. Caruccio Loredana – Di Matteo Irene
VIA VERGA 2^sez. Lettieri Diana – Spagnolo Maria
3^sez. Gallo Anna – Masullo Elena
I.R.C. Palumbo Rosa

Offerta formativa

Gli obiettivi generali del processo educativo della Scuola dell'Infanzia orientano la natura e il significato degli interventi educativo-didattici, predisposti dai docenti, volti al massimo e integrale sviluppo possibile delle capacità di ciascun bambino. Essi sono:
  • Consolidare l’identità: significa imparare a stare bene e a sentirsi sicuri nell’affrontare nuove esperienze in un ambiente sociale allargato. Vuol dire imparare a conoscersi e a sentirsi riconosciuti come persona unica e irripetibile, ma vuol dire anche sperimentare diversi ruoli e diverse forme di identità: figlio, alunno, compagno, maschio o femmina, abitante di un territorio, membro di un gruppo.
  • Sviluppare l’autonomia: comporta l’acquisizione della capacità di: avere fiducia in sé e fidarsi degli altri; interpretare e governare il proprio corpo; partecipare alle attività di diversi contesti; realizzare le proprie attività senza scoraggiarsi; provare piacere nel fare da sé e saper chiedere aiuto; esprimere con diversi linguaggi i sentimenti e le emozioni; esplorare la realtà e comprendere le regole della vita quotidiana; partecipare alle negoziazioni e alle decisioni motivando le proprie opinioni, le proprie scelte e i propri comportamenti; assumere atteggiamenti sempre più consapevoli e responsabili.
  • Acquisire competenze: significa imparare a riflettere sull’esperienza attraverso l’esplorazione, l’osservazione e l’esercizio al confronto; avere fiducia in sé e fidarsi degli altri; raccontare e rievocare azioni e vissuti e tradurli in tracce personali e condivise; descrivere, rappresentare e immaginare situazioni ed eventi, attraverso una pluralità di linguaggi.
  • Educare alla cittadinanza: significa scoprire gli altri, i loro bisogni e la necessità di gestire la vita quotidiana attraverso regole condivise che si definiscono attraverso le relazioni, il dialogo, l’espressione del proprio pensiero, l’attenzione al punto di vista dell’altro, il primo riconoscimento dei diritti e dei doveri; significa porre le fondamenta di un abito democratico, eticamente orientato, aperto al futuro e rispettoso dell’ambiente, degli altri e della natura.
Progettazione didattica educativa

Le Scuole dell’Infanzia dell'Istituto Comprensivo di Agropoli-San Marco adottano un'organizzazione oraria di 40 ore settimanali ripartite in 5 giorni con flessibilità oraria per l’attuazione di laboratori finalizzati al potenziamento delle attività per gruppi di alunni di età omogenea, visto che le sezioni, per le attività di “routine”, sono costituite da gruppi eterogenei. Tale organizzazione valorizza gli aspetti positivi delle due modalità di raggruppamento dei bambini, consentendo –per le attività di laboratorio- di realizzare percorsi formativi sulla base di una reale personalizzazione delle attività educative. Il modello organizzativo adottato permette, altresì, di accogliere anche i bambini anticipatari che risultano inseriti nei gruppi di lavoro dei bambini di tre anni, con la possibilità di dedicare una maggiore attenzione al momento dell’ “accoglienza”, inteso non solo come inserimento iniziale nel contesto scolastico, ma come esperienza di continuo “ancoraggio” alla figura degli insegnanti, maturando e, via via, consolidando nel tempo comportamenti positivi nel vissuto scolastico ed esperienze di relazionalità rassicuranti, sia verso i pari che verso gli adulti.
La didattica si svolge in forma operativa per "Unità di apprendimento" che possono essere individuali o riferite a tutto il gruppo dei bambini e prevedono, a partire da uno o più obiettivi di apprendimento, traguardi formativi, progettazione delle attività, degli aspetti organizzativi, delle strategie metodologiche da utilizzare, delle verifiche delle competenze. Gli insegnanti predispongono occasioni di apprendimento orientate e strutturanti per favorire nei bambini l’organizzazione di ciò che vanno scoprendo. L’esperienza diretta , il gioco, il procedere per tentativi ed errori permettono al bambino, opportunamente guidato di approfondire e sistematizzare gli apprendimenti e di avviare, processi di simbolizzazione e formalizzazione. Pur nell’approccio globale che caratterizza la scuola dell’infanzia, gli insegnanti individuano, dietro ai vari campi di esperienza, il delinearsi dei saperi disciplinari e dei loro alfabeti. I campi di esperienza sono: Il sé e l’altro; Il corpo e il movimento; Immagini, suoni e colori; I discorsi e le parole; La conoscenza del mondo attraverso i quali le azioni, la corporeità, la percezione, gli occhi e le mani dei bambini sono messi al centro del progetto educativo e sono i luoghi del fare e dell’agire del bambino orientati dall’azione consapevole degli insegnanti in un contesto fortemente evocativo che li stimola a dare significato, riorganizzare e rappresentare le proprie esperienze. Inoltre ogni campo delinea una prima mappa di linguaggi, alfabeti, saperi in forma di traguardo di sviluppo, che poi troveranno una loro evoluzione nel passaggio alla scuola primaria.

L’appartenenza ad una sezione permette ai bambini di avere un rilevante punto di riferimento, in grado di assicurare stabilità e continuità alle relazioni con gli adulti e con i coetanei. I laboratori, invece, ci consentono di formare gruppi di attività omogenei per età e differenti da quelli delle sezioni, promuovendo un ampliamento dei rapporti tra gli alunni. Altro aspetto non meno rilevante da considerare è il rapporto con gli insegnanti, non più esclusivo e legato all’ambiente della sezione, ma esteso ad altre figure che possono offrire una varietà di stili relazionali, competenze specifiche, attitudini particolari che amplificano le offerte formative e le possibilità di relazione dei bambini. Inoltre la dimensione ludica ed operativa rende le attività di laboratorio, particolarmente vicine alle esigenze di apprendimento dei bambini.